The Romance

TITOLO: The Romance

REGISTA: Moon Seung-Wook

ANNO: 2006

PAESE: Sud Corea

GENERE: drama, romance

DURATA: 106 minuti

INTERPRETI: Jo Jae-Hyun, Kim Ji-Soo, Yoon Jae-Moon

REPERIBILE IN: coreano sottotitolato in inglese

Hyung-Joo (Cho Jae-Hyun – Bad Guy, L’isola, Piano) è un poliziotto con

Hyung-Joo

una vita disastrata: il divorzio l’ha riempito di debiti, l’ex-moglie gli impedisce di vedere il figlio, vive da scapolo in una casa spoglia e disordinata, mette tutto se stesso nel lavoro ma l’indolenza, la codardia e la corruzione dei suoi superiori rendono la sua vita ancora più miserabile.

Un giorno fermandosi a un semaforo il suo sguardo cade sulla vetrina di un negozio di abiti da sposa: al di là del vetro c’è una donna in abito bianco con lo sguardo più triste del mondo. Dura un attimo, è subito costretto a rimettere in moto, ma è sufficiente a Hyung-Joo per ricordarsi della donna quando, qualche tempo dopo, viene trascinata al distretto di polizia assieme al marito, accusato di averla pesantemente picchiata nel bel mezzo della strada. Lei pare sottomessa, lo sguardo basso e l’espressione affranta; il marito ignora il poliziotto che gli urla contro per parlare al telefono in tutta tranquillità, basta una telefonata per risolvere la questione e sono entrambi fuori poco dopo. Un’altra lite nel parcheggio e il marito la precede a casa.

Dalla finestra Hyung-Joo assiste alla scena e, incuriosito, segue la donna quando questa si incammina da sola.  Sembra potersi spezzare da un momento all’altro… e ci va veramente vicino, se non fosse che Hyung-Joo la salva da un furgone che sta per investirla.

Lei è Yoon-Hee (Kim Ji-Soo – Trace of Love, Women of the Sun), moglie di un uomo politico ricco e potente alla soglia delle elezioni. I lividi che Hyung-Joo intravede mentre cura le escoriazioni della donna sono la prova straziante che il marito è un violento senza controllo, solo apparentemente un uomo per bene, che all’occorrenza insabbia gli eccessi con la sua influenza e il suo denaro.

Yoon-Hee è soffocata da una vita coniugale che non le permette più nemmeno di sorridere per le foto di famiglia, così un giorno esce per un po’ di normalità nel parco. E lì, per caso, sente la telefonata disperata di un uomo a suo figlio: ha comprato un regalo per il suo compleanno ma la madre del bambino non gli permette nemmeno di parlargli per telefono. L’uomo è Hyung-Joo che, mentre sta per lasciarsi andare allo sconforto, si accorge di essere osservato proprio dalla donna che ha salvato. Sorpreso e imbarazzato dall’essere stato colto in un momento di debolezza, Hyung-Joo scappa, abbandonando a terra un leone di peluche.

Yoon-Hee

Qualche giorno più tardi riceve una scatola con dentro il leone, consegnata a mano al distretto da una donna. Il poliziotto esce di corsa per incontrarla e i due hanno finalmente modo di parlare, trascorrendo così una splendida serata. In poche ore Yoon-Hee ritrova la voglia di sorridere e Hyung-Joo si innamora perdutamente; passano la notte insieme e quando si separano pensano di non vedersi mai più.

Ma quei pochi momenti bastano per segnare le vite di entrambi: in qualche maniera sono uno la liberazione e la salvezza dell’altro da una vita che sembra offrire solo amarezza. Dopo quel fatidico incontro tutto sembra tornato alla logorante realtà, rimangono solo i ricordi a sostenere e tormentare i due amanti.

Quando si reincontrano per caso a una serata di gala, il loro sguardo si incrocia e non riescono a restare lontani; non appena è possibile si allontanano dalla festa ma il marito di lei la vede montare su un taxi…

Cosa è in grado di fare un uomo abituato a dare ordini e ottenere ciò che vuole, un uomo con mezzi e potere a sufficienza per rovinare delle vite, quando scopre che ciò che aveva gli è scivolato via tra le dita? Le sue azioni portano tutti i personaggi a fare delle scelte e a confrontarsi con conseguenze estreme che li portano a rivelare se stessi.

Il film è diviso tra le scene toccanti della prima metà e quelle di azione della seconda. Il finale è prevedibile ma non deludente. Jo Jae-Hyun è nella mia lista di attori da tenere in considerazione, ossia di quelli che, essendo bravi, in genere costituiscono una garanzia sul risultato finale. Evidentemente non la penso così solo io, visto che Kim Ki-Duk, a partire dalla sua prima regia (Crocodile – 1996), l’ha scelto come interprete di molti dei suoi film (oltre a Crocodile, ritorna anche in Wild Animals, Birdcage Inn, L’isola, Indirizzo sconosciuto e, forse il più famoso, in Bad Guy), è in fatti un volto ben noto in Corea sia in televisione che al cinema.

Attenzione: qualche secondo dopo l’inizio dei titoli di coda c’è ancora un’ultima scena. Non perdetevela!

SCREENSHOTS:

Trailer (2:33)

Trailer (1:40) ATTENZIONE: contiene spoiler!

Il mio voto:

LINK UTILI:

Pagina IMDb http://www.imdb.com/title/tt0778020/

The Romance su Hancinema http://www.hancinema.net/korean_movie_Romance_%28Movie%29.php

Moon Seung-Wook sull’IMDb http://www.imdb.com/name/nm1280489/

Jo Jae-Hyun su DramaWiki http://wiki.d-addicts.com/Jo_Jae_Hyun

Jo Jae-Hyun sull’IMDb http://www.imdb.com/name/nm0128345/

Jo Jae-Hyun su Wiki (eng) http://en.wikipedia.org/wiki/Cho_Jae-hyun

Kim Ji-Soo su DramaWiki http://wiki.d-addicts.com/Kim_Ji_Soo

Per saperne di più su Kim Ki-Duk http://it.wikipedia.org/wiki/Kim_ki_duk

Annunci

~ di fargaslostinreveries su 26 aprile 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: