La lama dei druidi

TITOLO: La lama dei druidi (Daggerspell)

AUTORE: Katharine Kerr

ANNO: 1990 (prima edizione Doubleday 1986)

CASA EDITRICE: Nord

LUOGO: Milano

PAGINE: 515

TRADUZIONE: Annarita Guarnieri

GENERE: fantasy

REPERIBILE IN: italiano

-

Nevyn ha moltissimi anni alle spalle, più di un normale essere umano, ma non potrà morire finché non avrà assolto il suo voto, un voto pronunciato per espiare le colpe commesse in gioventù, quando portava un altro nome e non pensava a quali conseguenze devastanti avrebbero portato le sue azioni. Da allora il vecchio druido erra di luogo in luogo in cerca di qualcuno, per poter così aggiustare il wyrd (destino) che ha cambiato in quel lontano passato. Generazione dopo generazione è costretto a vivere la stessa situazione e a vederla precipitare ogni volta in una spirale di tragedia, in un interminabile e irreversibile ciclo del destino.

Jill è una giovane diversa dalle altre: è in grado di vedere il Popolo Fatato, onore riservato a ben pochi che però deve rimanere segreto, ed è figlia di Cullyn di Cerrmor, una Daga d’Argento, cioè un mercenario che si mette al servizio di chi ne può comprare l’abilità. E’ cresciuta seguendo il padre  nelle sue peregrinazioni e questi le ha insegnato l’unica cosa che sa fare: combattere. Perciò lei indossa i pantaloni e brandisce una spada  e non ha idea di cosa sia l’amore, almeno fino a quando incontra il nobile Rhodry. I due sono di ceto sociale differente e non hanno speranza di una vita insieme.

edizione Tea 2003

Il vecchio Nevyn si ritrova invischiato nella rete che si va tendendo tra Jill, Rhodry e Cullyn e farà di tutto perché almeno questa volta il destino della sua promessa sposa Brangwen non venga macchiato dal sangue di colui che la desidera. Ma se il ripetersi perpetuo del passato servisse a uno scopo più grande? Se servisse a usare Nevyn e Jill come strumenti di quel destino che sta trasformando gli eventi nella guerra che lentamente si avvicina e finisce per incombere su tutti loro?

La suggestiva ambientazione celtica fa da sfondo agli intrighi che lentamente si dipanano nello svolgersi di un tempo circolare eppure ogni volta nuovo. Personalmente ho adorato la trama triste di questo romanzo, così come i personaggi ben delineati. Con La lama dei druidi Katharine Kerr inaugura l’imponente ciclo di Deverry, composto ad oggi da quattro atti ognuno comprendente tre o quattro romanzi, per un totale di 15 libri in corso di pubblicazione in Italia presso la casa editrice Nord e, in edizione economica, presso Tea Due. Attenzione: i primi volumi sono di difficile reperibilità! Per chi volesse ugualmente cimentarsi in questa lettura, l’atto primo, Deverry, comprende i titoli:

  • La lama dei druidi (Daggerspell, 1986);
  • L’incantesimo dei druidi (Darkspell, 1987);
  • Il destino di Deverry (The Bristling Wood, 1989);
  • Il drago di Deverry (The Dragon Revenant, 1990).

Non avendo ancora letto i volumi seguenti non posso esprimere giudizi sull’intero ciclo, ma posso dire che questo primo libro non me l’aspettavo affatto così e l’originalità della trama ha colpito la mia immaginazione. Spero capiti anche a voi. Se questa recensione vi ha ispirato e avete deciso di comprarlo vi auguro buona lettura!

-

RETRO DI COPERTINA:

Jill è solo una ragazzina smarrita, ma è anche la figlia di una delle più temibili “daghe d’argento” del reame di Deverry, carne e sangue di uno dei formidabili guerrieri che viaggiano attraverso il paese vendendo la propria spada. Così è quasi inevitabil che, dopo aver ritrovato suo padre, Jill diventi a sua volta una temibile combattente. Ma neppure Jill può immaginare che gli eventi hanno in serbo per lei un ruolo da eroina in una sfida cosmica. Nevyn il Druido esiste da secoli, sta ancora cercando di espiare un’antica colpa e intanto conduce una lotta magica ed epica insieme contro i perfidi negromanti di Annwyn. Chi prevarrà in questa battaglia che vede le forze del bene e del male usare re ed eroi come pedine di una immane scacchiera?

Con abilità consumata Katharine Kerr evoca dal passato il mondo meraviglioso e potente della mitologia celtica e ce lo ripropone in una nuova chiave di straordinaria efficacia: un’autentica epica moderna che conquisterà la vostra fantasia e il vostro cuore.

-

SECONDA DI COPERTINA:

Katharine Kerr è americana e vive al sole della California di San Francisco, senz’altro la più europea fra tutte le città statunitensi. Una scelta coerente con la grande passione per la cultura europea che la Kerr ha sempre manifestato, appassionandosi in particolar modo al mondo magico e religioso dei Celti. Proprio da un attento studio della mitologia celtica e della religione druidica è nata l’ispirazione per la trilogia di Deverry, di cui avete ora in mano il primo volume (Fargas sì, ma voi probabilmente no). Katharine Kerr ha già dato alle stampe anche gli altri due libri che completano il ciclo e che vedranno presto la luce anche in Italia

edizione Spectra Books 1993

nella “Fantacollana” (di cui fa parte La lama dei druidi). Il solido background culturale e l’amorosa attenzione con cui l’invenzione fantastica è stata amalgamata allo studio dei personaggi e delle loro emozioni, nonché alla ricostruzione – a tratti persino puntigliosa – del mondo celtico, inscrivono di diritto la Kerr nel gruppo dei maestri della fantasy post-tolkeniana.

-

UN ESTRATTO:

Quando si sentì sul punto di scivolare nel sonno, iniziò a recitare in tono sommesso e con voce scandita il Canto del Passato, un dono della sua Agwen che era anche l’apertura del rito. [...] Mentre pronunciava quelle parole, vide la sua Agwen, la Dama Bianca, con il volto pallido, le labbra rosse come bacche di rovo e i capelli neri quanto l’ala di un corvo. [...]

L’Agwen si sedette sul bordo del pozzo e lo fissò con le labbra atteggiate ad un sorriso crudele.

-Sei ancora il mio fedele servitore?- chiese.

-Sono il tuo schiavo, mia signora- rispose Gweran, -pronto a vivere o a morire a seconda del tuo capriccio.

L’Agwen parve soddisfatta, ma era difficile stabilirlo, perché al posto degli occhi aveva due sfere di nebbia opalescente.

-Che cosa vuoi da me?- domandò ancora.

-La pioggia rifiuta di cadere sulla nostra terra- spiegò Gweran. -Puoi mostrarmi il perché?

-E cosa può importare a me della pioggia?

-Tu sei colei che è saggia, colei che risplende nella notte, il cuore del potere, la luce dorata, il mio solo amore e la mia unica delizia.

L’Agwen sorrise ancora, questa volta con minore crudeltà, e si girò a scrutare le profondità del pozzo, come se il suo fondo si fosse aperto su un vasto fiume di sogno.

-C’è stato un assassinio- disse infine l’Agwen, -ma non esiste nessuna maledizione, perché il morto è stato propriamente vendicato. Chiediglielo tu stesso.

L’Agwen scomparve, facendo stormire le betulle con il suo invisibile passaggio, e Gweran rimase in attesa con lo sguardo fisso sulla mobile nebbia bianca, tinta qua e là di sfumature arcobaleno, quasi fosse di madreperla. Poi un uomo emerse dalla caligine, appena distinto come una nave che salpasse da una costa nebbiosa. [...]

-Da quale terra provieni, amico mio?- chiese poi il bardo. -Hai trovato la pace?

-La terra del Cinghiale mi ha generato e mi ha sepolto. Ho pace, perché mio fratello ha tagliato la testa a colui che mi ha ucciso.

-E questa è stata una vendetta sufficiente?

-Lo è stata? Domandalo a te stesso… lo è stata?- Lo spettro cominciò a ridere. -Lo è stata?

-

Il mio voto:

-

-

-

-

LINK UTILI:

Pagina Wiki (eng) http://en.wikipedia.org/wiki/Daggerspell

Per saperne di più su Katharine Kerr http://en.wikipedia.org/wiki/Katharine_Kerr 

Panorama sull’intero ciclo di Deverry http://en.wikipedia.org/wiki/Deverry_cycle 

Rapida recensione su ogni libro del ciclo di Deverry http://immaginario.net/biblio/biblio-rece-kk.htm

Sito ufficiale di Katharine Kerr http://www.deverry.com/ 

About these ads

~ di fargaslostinreveries su 6 ottobre 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: